Da Giovedì 31 Maggio presso Palazzo Cavour, Via Cavour 8 a Torino.

Voci su tela è la più grande collezione al mondo di opere d’arte realizzate da artisti straordinari noti al grande pubblico per un’altra arte…quella della musica!

Grandi nomi come Leonard Cohen, Bod Dylan, Jimi Hendrix, Patty Smith e i connazionali Piero Pelù, Francesco Renga, Tiziano Ferro, Laura Pausini e tantissimi altri sono i protagonisti di una collezione di oltre 150 opere raccolte da oltre 20 anni da Massimo Cotto.

Massimo Cotto, noto giornalista, conduttore radiofonico, critico musicale, Assessore alla Cultura del Comune di Asti, è il poliedrico curatore dell’esposizione, oltre ad sessere ideatore dell’intero progetto. Nel corso della sua ventennale carriera ha chiesto a cantanti, musicisti ed artisti dai diversi caratteri e dai diversi stili di produrre un’opera propria. Obiettivo? Dare vita ad un progetto espositivo con finalità benefiche, in aiuto a diverse realtà che “rendono la vita migliore agli altri”.

L’adesione entusiasta degli artisti ha così permesso la realizzazione di una grande mostra dove gli stessi artisti svelano lati segreti della propria personalità, esaltando ancor di più il legame affettivo con il pubblico che li segue da tanti anni con passione.
Sorprendente l’evidente somiglianza tra il modo di cantare degli artisti e il loro modo di dipingere; per il visitatore sarà sicuramente molto divertente associare la voce alla tela.
La rivelazione di un lato artistico inedito di grandi musicisti, la connessione con il loro background, l’interpretazione della musica in arte figurativa, la commistione dei sensi, di udito e vista, rappresentano il concept della mostra. Cotto spiega meglio la sua idea: “Molto spesso esiste una connessione fra chi fa musica e chi dipinge. Chi sa tenere in mano uno strumento ed un microfono sa, in genere, usare anche pennelli e matite”.
Da qui la certezza di un progetto originale innovativo per gli aspetti di comunicazione, di espressione artistica e, in primis, per il risvolto sociale.
La collezione privata, diventata mostra itinerante, è in continuo ampliamento ed evoluzione, sempre nuova ad ogni presentazione al pubblico nella forma e nei contenuti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *