PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI – 1 febbraio – 3 maggio 2020

La mostra, presentata per la prima volta in Europa, si compone di 60 fotografie e racconta, seguendo la cronologia delle foto di Nickolas Muray, il percorso professionale e personale di Frida Kahlo, a partire dagli scatti del 1937 a Tizapan in Messico, per chiudere con quelli del 1948 a Pedregal e Coyoacan. In questo lasso di tempo nascono alcune delle foto più importanti mai fatte a Frida Kahlo, come quelle realizzate nel 1939 nello studio di Muray e nel 1946 a New York, esposte in mostra come a ricostruire un album fotografico di famiglia.La mostra è ulteriormente arricchita, il visitatore avrà infatti la possibilità di immergersi nei sentimenti e nelle emozioni che hanno caratterizzato l’artista: suggestiva e toccante la parte introduttiva multimediale che simula l’incidente che ha segnato la sua vita, saranno presenti anche riproduzioni di ambienti, abiti messicani, gioielli e lettere d’amore tra Nickolas Muray e Frida Kahlo. Una mostra emozionante che ti trasporta nel mondo di Frida Kahlo, conoscendo gli stati d’animo, e la forza di una donna che è diventata l’emblema del coraggio tutto al femminile!